Spartan Race, a Misano Adriatico anche alcuni atleti della Conero Wellness.

Una sfida con se stessi e con gli altri. Con le difficoltà oggettive che si incontrano sul campo e con la propria resistenza, fisica e mentale. La Spartan Race, la corsa ad ostacoli più dura al Mondo, sabato scorso ha dato appuntamento a tutti i guerrieri e le guerriere a Misano Adriatico e c’era anche una rappresentanza della Conero Wellness.
Mirco Santilli e il suo omonimo, Vincenzo Sgaramella, Vincenzo Russo e Franco Porrelli hanno sfidato i circa 5000 iscritti alla gara.

 

A guidarli nella preparazione proprio Mirco Santilli, istruttore della Conero Wellness, che ci racconta l’impresa.
Prove aeree e prove terrestri, una serie di ostacoli, pesi da sollevare, corde sulle quali arrampicarsi, pozze d’acqua e fango da guadare, percorsi da fare in equilibrio. Dai 6 ai 21 km, a seconda della tipologia di gara scelta e oltre 21 ostacoli da superare… il tutto da fare di corsa.
Cosa serve per prepararsi alla Spartan Race?
Sicuramente molto tempo, diversi mesi direi, e un po’ di incoscienza nel buttarsi nel fango. Non si deve dimenticare che è anzitutto una corsa, quindi fondamentale è l’allenamento e la preparazione per poter affrontare di corsa 6, 13 o 21 km. Ma non basta. Occorre poi allenare la forza fisica, delle braccia, delle gambe, di tutto il corpo, fondamentale specialmente per le prove aeree.

Una prova tirata, tutta d’un fiato, dove fondamentale è essere affiancati da un team esperto e che sappia formare adeguatamente l’atleta alla sfida e Conero Wellness sta sviluppando anche questo servizio tra i tanti ormai inclusi nel pacchetto delle attività.
Prossimo appuntamento giovedì a Taranto per tutti gli spartani del mondo, e Conero Wellness si prepara alle prossime sfide, sicuramente non per deboli di cuore.
Chiedici informazioni!